“Intelligente, pigro, dotatissimo, molto economo. Tanto basterebbe ad esprimere un giudizio valutativo su questo allievo. Del resto, evidenzia le stesse gioie e gli stessi dolori dello scorso anno. Eppure il suo processo di maturazione fa registrare un indice piuttosto alto! Il rammarico di avere un allievo che è tra i migliori della classe ma rinuncia a diventare il migliore in assoluto. Non posso negare che malgrado ciò il soggetto è maturato sensibilmente in tutti i campi, specialmente nell’area logico-matematica e nelle discipline scientifiche nelle quali, a volte, riesce a strabiliare. Bisogna accettarlo così com’è.”

Maestro Nicosia, Pagella 4a elementare, anno 1980.